La Bicicletta Elettrica secondo il Codice della Strada ed il sistema PAS

Il Codice della Strada e il sistema PAS

Per la legge, le biciclette elettriche sono del tutto paragonabili ad una normale bicicletta con tutte le conseguenze del caso; per cui non sono previste tasse di circolazione (bollo), né, tanto meno, si è obbligati ad avere un'assicurazione o all'uso del casco, il cui uso resta comunque consigliabile. Detto ciò, ovviamente, si esclude anche l'obbligo della targa sul mezzo.

Attenzione però alla bicicletta che acquistiamo perchè, per poter godere di questi privilegi, dovrà necessariamente rientrare nei parametri fissati dal Codice della Strada italiana.

I requisiti necessari sono i seguenti: il motore non potrà superare i 250 Watt di potenza, mentre la velocità non potrà superare i 25 Km/h, per cui l'assistenza che il motore presta durante la pedalata dovrebbe ridursi progressivamente e cessare una volta raggiunta tale velocità. Per questo motivo, e per la progressiva accelerazione del mezzo a causa della pendenza, nelle discese il motore dovrebbe spegnersi autonomamente.

Questo tipo di meccanismo viene chiamato PAS, cioè a pedalata assistita, in quanto il motore ha il solo compito di agevolare la pedalata senza però sostituirla. Il sistema PAS caratterizza appunto le biciclette elettriche che, senza il quale, sono da considerarsi veri e propri ciclomotori con tutte le conseguenze e gli obblighi del caso: bollo, assicurazione, casco e targa.

La velocità massima di 25 Km/h è stata fissata dalla legge per non correre il rischio di confondere una bicicletta elettrica con un motociclo. L'azione del motore entra in gioco una volta che il ciclista, autonomamente, abbia raggiunto i 3,3 Km/h; a questo punto il sistema PAS entra in funzione ed assiste il ciclista in proporzione alla sua pedalata.

Tuttavia, alcuni nuovi modelli di bicicletta elettrica sono provvisti di una manopola che consente di controllare manualmente la potenza erogata dal motore.

L'accelerazione è poi resa più dolce dal progressivo diminuire della potenza in proporzione inversa alla velocità; ossia: all'aumentare della velocità si riduce la potenza e viceversa.

Quando andremo ad acquistare una bici elettrica dunque, specie se l'acquisto avverrà tramite internet, sarà una buona norma prestare particolare attenzione ai dettagli riguardanti il mezzo e, più in specifico, riguardanti il motore perchè potremmo correre il rischio di comprare un prodotto non valido in Italia in quanto non omologato per circolare sulle strade italiane.